LIFE+

PROGRAMMA LIFE+

Il nuovo programma europeo per il sostegno finanziario di prodotti e tecnologie volti alla tutela ambientale Life+ è stato istituito dal Regolamento (CE) n. 614/2007 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23/05/2007, sostituendo il precedente programma LIFE (Ambiente, Natura e Paesi Terzi), il Programma Quadro comunitario di cooperazione per lo sviluppo sostenibile dell’ambiente urbano, il Programma di azione comunitario per la promozione delle Organizzazioni non governative attive nel campo della protezione ambientale e il programma Forest focus. Obiettivo di LIFE+ è contribuire allo sviluppo, all’attuazione e all’aggiornamento della politica e della legislazione comunitarie nel settore dell’ambiente. LIFE+ cofinanzia azioni, aventi valore aggiunto europeo, a favore dell’ambiente nell’Unione Europea e in taluni paesi terzi. I progetti finanziati possono essere proposti da operatori, organismi o istituti pubblici e privati. LIFE+ consta di tre componenti tematiche: Natura e Biodiversità. I progetti Natura contribuiscono all’attuazione e allo sviluppo delle direttive “Uccelli”, “Habitat” e della rete Natura 2000. I progetti Biodiversità si concentrano su pratiche innovative tese ad arrestare la perdita di biodiversità in Europa. Politica e governance ambientali. Sostiene progetti innovativi o dimostrativi che presentano soluzioni innovative relative a tematiche ambientali rilevanti. Informazione e comunicazione. Sostiene progetti finalizzati ad azioni di comunicazione e campagne di sensibilizzazione in materia ambientale, nonché iniziative di formazione e campagne per la prevenzione degli incendi boschivi.

BACKGROUND E OBIETTIVI

La fase di SMALTATURA è il procedimento superficiale decorativo delle piastrelle ceramiche. Consiste nell’applicazione di una miscela, lo SMALTO appunto, in strato sottile su supporto, definisce l’estetica finale del prodotto ed una volta cotto si presenta come strato vetroso. Lo smalto è una composizione di molteplici elementi, ognuno necessario a conferire certe caratteristiche, tra cui troviamo anche il piombo, sostanza altamente nociva per l’ambiente e la salute. L’obiettivo del nostro progetto è dare la nostra personale soluzione al problema, dimostrando la possibilità di sostituire l’elemento boro al piombo nella realizzazione di smalti ceramici in grado di mantenere invariata la resa estetica del prodotto finito e contestualmente di eliminare i problemi legati all’utilizzo di sostanze contenenti piombo. Tutto questo mantenendo sostanzialmente inalterato il ciclo industriale e l’elevata qualità che contraddistingue i prodotti della nostra azienda.

LIFE+

PROGETTO – LIFE10 ENV/IT/427

Il Gruppo Ascot, da sempre attento all’ambiente circostante ed alla salute dei propri addetti, ha deciso di intraprendere un’ulteriore sfida per diminuire l’impatto ambientale proprio delle attività legate alla produzione ceramica. E’ stato così concepito il progetto “LEAD- COLOURED LEAD-FREE” che ha ottenuto, attraverso il sostegno finanziario LIFE+, un importante riconoscimento ed un aiuto finanziario dalla Commissione Europea. Il progetto dimostrativo consoliderà la possibilità di sostituire industrialmente gli smalti contenenti piombo con smalti a base boro nella produzione di piastrelle, mantenendo inalterate le proprietà meccaniche e le caratteristiche estetiche dei prodotti, superando tutte le attuali problematiche legate all’utilizzo di questa sostanza. Per le caratteristiche di volatilità del boro infatti, il nuovo processo dovrà avvenire in due stadi: il primo per la stabilizzazione dell’elemento chimico, il secondo per la creazione della fritta vera a propria. Il risultato finale sarà una serie di smalti privi di piombo aventi le medesime caratteristiche di lavorabilità e resa estetica in assenza dei problemi ambientali ad esso correlati.

AZIONI DI SVILUPPO

l progetto si realizzerà attraverso diverse attività che riguarderanno la gestione ed il monitoraggio, lo sviluppo tecnico e la divulgazione dei risultati.

Azioni attuative

  1. individuazione delle miscele per lo sviluppo delle nuove fritte a base di boro.
  2. Studio, progettazione e realizzazione del prototipo di impianto di macinazione ad alta raffinazione.
  3. Studio, progettazione e realizzazione delle modifiche al forno fusorio ed al relativo ciclo di lavorazione.
  4. Preparazione di nuova fritta borica ad alta lavorabilità e preparazione di smalti colorati basati sulla nuova fritta.
  5. Assemblaggio della linea pilota e prove di funzionamento.

Azioni di gestione e monitoraggio

  1. Gestione complessiva del progetto – organizzazione tecnica ed amministrativa dell’intero progetto
  2. Monitoraggio – controllo degli obiettivi e dei risultati raggiunti
  3. Audit – verifica del rispetto delle normative fiscali e delle disposizioni comuni LIFE

Azioni di diffusione

    1. Networking – creazione di una rete in grado di raggiungere e coinvolgere una pluralità di stakeholders
    2. Dissemination – attuazione di azioni di divulgazione dei risultati, sensibilizzazione verso il problema ambientale e promozione dello strumento finanziario LIFE+
    3. After LIFE Plan – proseguimento dell’attività di disseminazione dei risultati ottenuti e degli sviluppi futuri della tecnologia

LIFE+

RISULTATI OTTENUTI

Risultati ambientali: • Azzeramento dei danni causati dalla dispersione del Piombo nell’ambiente; • Il miglioramento delle condizioni di lavoro degli addetti alla produzione degli smalti e conseguente diminuzione delle malattie dovute all’esposizione al Piombo; Risultati tecnici: • Minore volatilizzazione del Boro; • Possibilità di stoccaggio prolungato della fritta basso-fondente ad alto tenore di Boro; • Ampio intervallo di lavorabilità dei nuovi smalti, aspetto estetico e porosità analoghe a quelle delle fritte piombiche; • Maggiore leggerezza delle piastrelle; • Costo paragonabile a quello delle fritte apiombiche.

AVANZAMENTO TECNICO

Ascot è riuscita a concludere positivamente il progetto “Lead-Coloured Lead-Free” il giorno 31 Agosto 2013, dopo 2 anni di progetto. Il progetto ha percorso diverse fasi nella sua realizzazione: Sono state identificate le materie prime utili allo scopo (Azione 5) attraverso la sinergica collaborazione tra i nostri tecnici, quelli di Colorobbia S.p.A e l’Università degli Studi di Modena. Sono state individuate le caratteristiche necessarie in termini di dimensione granulometrica delle polveri al fine di ottenere una perfetta fusione dei diversi componenti in un’unica fritta omogenea in grado di stabilizzare il boro, rendendolo utilizzabile al posto del piombo senza avere gli inconvenienti di volatilità e conseguente perdita in peso caratteristici di questo elemento chimico. Da qui le ricerche per l’individuazione del miglior mix di corpi macinanti e di parametri di lavorazione, oggetto dell’Azione 6 della proposta, anch’essa terminata con successo alla fine dell’anno scorso. La prima macinazione a secco consente infatti l’ottenimento di polveri della granulometria desiderata con la minima percentuale di scarto (particelle più grossolane). La seconda macinazione ad umido delle fritte consente di ottenere la materia prima idonea alla creazione dei nuovi smalti apiombici. Le attività di prima fusione delle materie prime macinate a secco e di seconda fusione della fritta conseguentemente ottenuta (Attività 7 della proposta), sono terminate anch’esse, condotte in collaborazione con Colorobbia S.p.A. e hanno portato all’ottenimento della base di partenza per l’inizio della sperimentazione dei nuovi smalti, iniziata il 1° Gennaio scorso (Attività 8 del progetto). L’implementazione dell’azione 8 ha portato alla definizione di un nuovo tipo di smalto applicabile su piastrelle in monocottura, bicottura, gres porcellanato e terzo fuoco e ha permesso di dimostrare che è possibile superare gli inconvenienti derivanti dall’applicazione del boro, quale l’elevata volatilità. Per fare ciò è stato necessario modificare le stazioni di macinazione per adattarle al nuovo processo; sono stati svolti anche diversi test per verificare le proprietà finali delle fritte (analisi granulometrica, misurazione della viscosità). È stata conclusa anche l’azione tecnica finale (Attività 9), consistente nell’assemblaggio della linea pilota, e sono stati condotti diversi test per verificare le proprietà finali del prodotto realizzato e determinare il bilancio di massa ed energetico della linea pilota.

LIFE+

EVENTI

In data 6 giungo 2012, Ceramiche Ascot ha partecipato ad un evento, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, durante il quale è stato possibile presentare il progetto “LEAD-COLOURED LEAD-FREE” e festeggiare il 20° anniversario del Programma LIFE. Abbiamo inoltre partecipato alla fiera nazionale Cersaie 2012 ed a quella americana Coverings 2012, portando notizie circa l’avanzamento del progetto e del lavoro svolto, riscontrando interesse da parte di molti addetti. Nel mese di Luglio è stato organizzato un evento presso le strutture di Ascot in cui è stato presentato il progetto e i risultati ottenuti ed è stato mostrato l’impianto pilota funzionante.

INFO

Project Manager Del Sante Filippo info@ascot.it